Come Scegliere il Correttore per il Contorno Occhi

Occhiaie, borse e imperfezioni. Il cosmetico specifico per coprirle e donare un aspetto sano e luminoso è il correttore. Ma sono disponibili diverse formulazioni a seconda delle esigenze della pelle. Oltre a quella classica in stick, in commercio sono anche disponibili versioni quali minerale, in mousse e liquida. Indubbiamente quella in stick, è la soluzione più pratica soprattutto per chi ama realizzare make-up semplici ed essenziali, ed è sempre di fretta. Si può portare anche in borsetta per ritoccare il trucco e può essere agevolmente utilizzata anche per camuffare altre imperfezioni del viso, quali macchie o brufoletti.

Ma è indicata solo per la fascia d’età più giovane, perchè per le ultratrentenni c’è bisogno di un prodotto meno compatto e più cremoso, in grado di svolgere un’azione rimpolpante, per non mettere ancora di più in evidenza le rughe. Entra a questo punto in gioco la formula liquida, impalpabile e versatile da stendere con l’apposito applicatore oppure con un pennello da correttore, con setole strette e semi-rigide.

Si applica partendo dall’interno dell’occhio, nei pressi del dotto lacrimale, su tutta la piega scura, che comincia da questo punto e si estende verso il basso. Bisogno utilizzarne una minima quantità, altrimenti si rischia di eccedere creando un effetto grossolano e innaturale. Il nostro scopo è quello di minimizzare e ridurre, non quello di accumulare troppi prodotti l’uno sull’altro.

Prima di applicare il correttore, bisogna infatti idratare la pelle con una crema specifica e prolungare il make-up con un primer viso. Solo dopo aver steso il fondotinta, si procede con l’applicazione del nostro correttore. Per raggiungere tutte le zone dell’occhio, possiamo aiutarci con una spugnetta in lattice, di quelle angolari. In questo modo, picchiettandola sui punti chiave, è possibile fissarlo al meglio e migliorarne la tenuta. Altro suggerimento: chi ha piccole rughette da ricompattare, farebbe bene ad applicare oltre alla crema idratante, anche un gel contorno occhi, precedentemente tenuto in frigo, per ottenere un effetto tonificante e levigante.

Per quanto riguarda i correttori in mousse, si tratta di prodotti dalla texture morbida e vellutata, ultra confortevoli e iperpigmentati che consentono di nascondere le imperfezioni del contorno occhi, senza appesantire, ottenendo un effetto più coprente rispetto a quello che si ottiene con un prodotto liquido. Ma anche in tal caso, bisogna stenderli molto bene, altrimenti si rischia di enfatizzare ancora di più i segni del tempo. Potete utilizzarli solo se non avete molti problemi di rughe, ma occhiaie e borse piuttosto scure ed evidente, che hanno bisogno di coprenza per essere limitate.

Le giovanissime possono invece utilizzare anche i correttori minerali, delle polveri impalpabili che riescono a coprire le imperfezioni garantendo un finish molto naturale.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *